Archivi tag: anima creativa

Riciclo creativo: storia di macramè #13

Autumn Mood è il nome che ho dato a questo grande arazzo che è nato da un riciclo creativo.

Per creare questo arazzo sono partita da corde rimaste da altri lavori. Non sempre il conteggio di quanta corda serve è giusto e a volte avanzano diversi metri, ma troppo pochi per usarli per un altro lavoro. E così, ho creato un mucchio di fili di colori diversi e li ho messi insieme e, grazie anche ad un fantastico pezzo di legno, l’idea delle foglie da raggruppare su un solo ramo è subito arrivata.

Questo lavoro mi ha reso particolarmente felice e gioiosa (vedi foto) e mi ha fatto anche pensare alla frase

“DENTRO DI TE HAI TUTTO CIO’ CHE TI SERVE” .

Dentro noi abbiamo grandi risorse e talenti che, messi insieme senza aggiungere altro, possono creare dei capolavori perfettamente integrati e nuovi. Nel caso del macramè sono riuscita ad abbinare fili da lavori diversi per creare un unico nuovo grande arazzo, nel caso della crescita personale ogni volta che devo affrontare nuove situazioni posso fermarmi e guardare quali talenti e risorse ho già al mio interno e come posso integrarle per andare avanti sul cammino.

La via della creatività e della consapevolezza corporea sono le vie del benessere.

Autumn Mood is the name I gave to this large wall hanging that was born from a creative recycling. To design this wall hanging I started from cords left over from other works.

The calculation of how much cord is needed for a macramè project is not always right and sometimes several meters are in advance. I created a bunch of threads of different colors and put them together and, thanks also to a fantastic piece of wood, the idea of the leaves to be grouped on a single branch immediately arrived.

This work made me particularly happy and joyful (see photo) and also made me think about the sentence: “You already have everything you need within you”.

Inside we have great resources and talents which, put together without adding anything else, can create perfectly integrated and new masterpieces. In the case of macrame I managed to combine threads from different wall hanging to create a single new large tapestry, in the case of personal growth, every time I have to face new situations I can stop and look at what talents and resources I already have within me and how I can integrate them to go forward on the path.

Oliver Elliot: storie di macramè #12

Oliver Elliot è il nome del mio drago volante in macramè.

Quando ho trovato questo legno l’anno scorso, durante una passeggiata sulla spiaggia di Santo Stefano al mare (IM), ho subito visto la testa di un animale immaginario con un ciuffetto ribelle sulla testa ed una lunga coda.

Ho scelto dei colori caldi e li ho abbinati tra loro in un arazzo semicircolare. Una volta terminato il lavoro ho capito che avevo creato il mio drago volante personale. 😉

Quando racconto dell’importanza di coltivare la leggerezza accanto alla consapevolezza mi riferisco anche all’importanza del gioco e del divertimento in un percorso di crescita e scoperta di sé. E’ in questo modo che la creatività diventa un canale di benessere e di cura.

Se ti interessa leggere qualcosa di più sull’arte della leggerezza puoi proseguire la lettura a questo link.

Se vuoi rimanere aggiornata/o sulle storie di macramè puoi iscriverti al blog e riceverai i nuovi articoli via mail, se vuoi vedere gli altri lavori in macramè vai su La bottega del Macramè

La visione dell’Aquila: storie di macramè #2

La visione dell’aquila è il nome che ho scelto di dare al macramè che vedi in foto. Il progetto per questo arazzo è nato da una pratica di meditazione dedicata agli animali totem o guida e alla loro simbologia. E’ da molti anni che mi interesso di questi argomenti e mi capita in alcuni periodi della mia vita di “ricevere” aiuti e messaggi di conforto proprio dagli animali guida e dalla loro simbologia.

L’Aquila, tra i tanti messaggi che porta, (ci sono molte sfumature di significato nella lettura della simbologia degli animali guida), ha quello della visione dall’alto. E’ proprio alla capacità di vedere da un altro punto di vista le situazioni che ho pensato quando ho sentito il bisogno di creare questo arazzo.

E per farmi aiutare in questo progetto ho scelto un legno raccolto in montagna sul Massif de l’Esterel durante una passeggiata al “Pic de l’Ours” (eh già un altro animale) che porta ad un punto panoramico eccezionale.

Non puoi risolvere un problema con lo stesso tipo di pensiero che hai usato per crearlo”

A volte abbiamo bisogno di prendere distanza dagli eventi, dalle situazioni che ci accadono o dai problemi che incontriamo. La distanza ci aiuta a vedere “le cose” da un altro punto di vista e a trovare la soluzione ai problemi. I diversi rombi che ho creato nel disegno significano per me proprio la capacità di prendere distanza per osservare.

Sotto trovi una serie di foto delle fasi di creazione. Il cordoncino che ho usato per questo lavoro cambia colore a seconda della luce che lo colpisce. Può passare dal beige melange, al giallo ocra chiaro fino all’oro. E’ magico proprio come un animale guida! 😉

La visione dell’Aquila è in vendita a 22 euro più le spese di spedizione (calcolate in base al luogo). Puoi richiederlo scrivendo una mail a boschibarbara@gmail.com

CARATTERISTICHE

Grande arazzo da parete (47cm x 75cm). Cordino color sabbia/oro melange in cotone riciclato. Legno raccolto nel Massif de L’Esterel (Francia).

Alla prossima storia,

Barbara

Se vuoi rimanere aggiornata/o sulle storie di macramè puoi iscriverti inserendo la tua mail qua sotto

P.S. Con l’acquisto di ogni prodotto in macramè riceverai una meditazione guidata.

La creatività dell’anima

L’anima ha bisogno della creatività per esprimersi. 

Quando nasce un’idea, nasce dentro al corpo ed ha un effetto di apertura e una sensazione di sintonia con il “Tutto” che mi fa sentire realizzata e felice. Tutto è possibile in quei momenti, sono centrata, potente ed invincibile. Sono in connessione con la mia anima creativa. La creatività è un canale, e quando sono aperta e ricettiva le idee e le ispirazioni scorrono liberamente.

Nonostante per me la creatività riguardi prevalentemente il processo creativo, e non solo il prodotto, iniziare con coltivare un hobby può essere un buon primo passo per avvicinarsi alla via creativa. Attraverso un passatempo il corpo si ricarica, si rivitalizza e il canale delle idee si espande e poi, “da cosa nasce cosa“!

Anche se spesso il nostro modo di vedere la realtà ruota attorno ad argomenti come efficienza, produttività ed organizzazione, ciascuno di noi ha bisogno che una parte della propria vita sia completamente libera.

La creatività ha infatti un impatto importante sulla crescita interiore e sul benessere psico-fisico: hai bisogno di momenti creativi e liberi, non puoi organizzare tutto. Spesso le grandi idee, le svolte nella tua vita, avvengono proprio quando sposti l’attenzione. Se sei una persona creativa, se sei una persona abituata a lasciare la finestra aperta sul mondo interiore sai benissimo di cosa parlo. Parlo di quei momenti in cui scrivi, crei, disegni, progetti e tutto ti sembra perfetto e ti senti connessa con qualcosa di superiore. Non ti sembra nemmeno che sia tu a creare ma ti senti guidata.

La creatività mi aiuta ad esprimere i miei talenti e mi supporta con leggerezza nei momenti di passaggio. E’ lo strumento e la cura allo stesso tempo.

IN FOTO: “L’equilibrio creativo” un collage fatto nel 2017