Pubblicato in: Senza categoria

L’onda creativa

Arriva così, senza appuntamento, trasportata da un’onda, e se non ti fermi per ascoltarla, passa e se ne va utilizzando un’altra onda. Così come è arrivata se ne va senza fare tanto rumore, senza chiedere nulla di più che essere ascoltata e trasformata, e se non sarai tu che la trasformerai in realtà o in progetto, troverà qualcun altro disposto a farlo. A volte ritorna ciclicamente e diventa insistente, altre volte l’hai persa per sempre.
In alcuni casi hai la sensazione che qualcuno l’abbia rubata a te, in realtà sei tu che
hai scelto di lasciarla andare. E’ più semplice dare la colpa a qualcun altro che assumersi la responsabilità di non aver avuto abbastanza coraggio. Perché se c’è una cosa che accomuna tutte le onde creative è che richiede tanto coraggio!


Di cosa sto scrivendo? Dell’idea, dell’intuizione, di quell’onda creativa che viene a trovarti quando non la stai cercando, quando stai facendo altro e sai che se non la fermi su carta, rischi di perderla.
Se sei una persona creativa, se sei una persona abituata a lasciare la finestra
aperta sul mondo interiore
sai benissimo a cosa mi riferisco. Sono quei momenti
in cui scrivi, crei, disegni, progetti e tutto ti sembra perfetto e ti senti connessa/o
con qualcosa di superiore.

L’onda creativa arriva per svegliarci, per aiutarci a vivere il presente e per permetterci di esprimere i nostri talenti, anche se a volte sembra che arrivi per disfarci i nostri piani e i nostri programmi. L’onda creativa arriva quasi sempre per chiederci di aprire una strada che ancora non esiste e questo richiede coraggio e determinazione. Tutto questo può spaventarci ma se impariamo ad ascoltarci nel profondo, ad abitare il nostro spazio sacro interiore riusciremo a comprendere perché quell’onda creativa ha scelto proprio noi per manifestarsi nella realtà. E’ una questione di fiducia e di stima.


Quando ho deciso di aprire questa sezione del blog e condividere i pensieri del mio diario creativo ho accettato l’invito di un’onda creativa particolarmente insistente e mi sono affidata.

IN FOTO: Poltrona immersa nel verde di Colletta di Castelbianco (SV)

Autore:

Creatrice di pratiche di consapevolezza corporea online.

Un pensiero riguardo “L’onda creativa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...